Articoli, Viaggi

Buoni propositi per una vacanza consapevole

Stiamo per partire per una lunga vacanza in Indonesia e Thailandia. Viaggeremo leggeri: piccolo backpack e zaino. Prima di partire però vorrei essere nel giusto mindset, vorrei viaggiare in modo consapevole, godermi ogni giorno e per questo vorrei crearmi delle regole, che ho chiamato buoni propositi per una vacanza consapevole. Consapevolezza richiede conoscenza, di cosa si vuole, di dove si va, di se stessi.

Buoni propositi per una vacanza consapevole
Koh Nang Yuan: la foto che mi ha ispirato a fare questo viaggio.

(altro…)

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
Articoli, Viaggi

Mangiare vegano nel mondo – Ristoranti vegani a Bruxelles

Abito a Bruxelles da un anno e da quattro mesi sono vegana. Sì, sono diventata vegana a Bruxelles (è stato un caso o la cucina belga?). Curiosa dei piatti proposti dai ristoranti vegani a Bruxelles, ho svolto una luuuunga ricerca online scoprendo che quelli 100% veg non sono numerosi e nemmeno molto attraenti. Ho preferito quindi concentrarmi sui locali che offrono solo alcuni piatti, per facilitare anche le cene con amici o parenti.

Ho deciso inoltre di aprire una nuova serie di articoli: Mangiare Vegano nel Mondo per condividere i ristoranti/locali/mercati dove ho mangiato bene. “Ristoranti vegani a Bruxelles” è il primo articolo.

I seguenti, dunque, sono quelli che mi hanno incuriosita e piano piano li ho provati ed approvati:

(altro…)

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
Articoli, Cucina

Menu settimanale vegano ep. 3

Ogni venerdì sera, dopo il lavoro, faccio la spesa. Venerdì perché mi piace avere il weekend più libero. Inoltre, se ho tutti gli ingredienti disponibili a casa posso sperimentare con le ricette già da sabato mattina. Prima di fare la spesa però mi creo mentalmente (o nelle notes sul telefono) il menu della settimana. Evito così gli sprechi o di dover riandare al supermercato per comprare i prodotti mancanti.

Mi piacciono i cibi e le ricette semplici. Mi piace cucinare e mangiare bene ma senza comprare prodotti processati già pronti e senza spendere troppo tempo sui fornelli (diciamo che il limite è di un’ora). Non sono mai riuscita a seguire i menu settimanali creati da nutrizionisti. Sicuramente sono molto competenti ma trovo i loro menu complicati e strani e mi viene l’ansia. Il mio consiglio è di creare i propri menu facendo attenzione a variare ed integrare le ricette con dei superfoods come noci, semi, olio di lino etc. I miei menu dunque li creo utilizzando prodotti che conosco, a cui sono abituata e che trovo facilmente.

Sushi vegano fatto in casa.
Sushi vegano fatto in casa.

(altro…)

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
Articoli, Cucina

Ricetta della seconda settimana: Zuppa al latte di cocco e curry con zucca e patate

Questa zuppa vegana e deliziosa è la mia salvezza! È cibo per l’anima. Quando abbiamo voglia di qualcosa di caldo scelgo sempre la zuppa al latte di cocco e curry con zucca e patate. La adoriamo e gli ingredienti ce li ho sempre in cucina. Si pure la zucca che se tenuta al fresco e buio si mantiene per mesi.

Ricetta della seconda settimana: Zuppa al curry con zucca e patate
Ricetta della seconda settimana: Zuppa al curry con zucca e patate

Prima di essere vegana non avevo idea di cosa fosse il latte di cocco e non avevo mai mangiato nulla al curry.

Potrebbe sembrare una zuppa difficile da preparare e gli ingredienti difficili da trovare ma si prepara in 45min e gli ingredienti si trovano facilmente al supermercato.

Il mio ragazzo la adora e quindi sono “obbligata” a cucinarla almeno una volta a settimana! Cucino 4 porzioni così la mangiamo anche il secondo giorno. Si conserva benissimo in frigo, anzi qualcuno direbbe che è ancora più buona il giorno dopo!

Il sapore è delicato, non sa di cocco come potreste pensare e il curry è leggero (non troppo speziato quindi).

(altro…)

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
Articoli, Diario

Diario di una vegana ep. 5 – I documentari “Cowspiracy” e “What the health”

Ho sempre ammirato i vegani e persino i vegetariani. Volevo essere anch’io come loro, incarnare gli stessi valori, avere questa vita così leggera ma allo stesso tempo significativa, essere un esempio, fare e non solo guardare, prendere in mano la mia vita, vivere, prendere decisioni con coscienza e non influenzate dalla società o dalle abitudini.

documentari "Cowspiracy" e "What the health"

La mia mente ancora tende ad associare l’essere vegani ad uno stile di vita estremo, ad una dieta quasi impossibile da seguire. È quello che ci vuole trasmettere la società: è difficile, è restrittivo, è pericoloso. È il secondo mese da vegana però, e non mi sembra di fare nulla di così grande, perché è così semplice. Non mi manca nulla. O. dice che ci mancheranno i vari prodotti tra qualche mese ma io penso che l’inizio è il più difficile e tra qualche mese nemmeno ci ricorderemo il sapore della carne o del formaggio. Ieri a cena mi ha detto che non sente nessuna differenza da prima, parlando di cibo, che non ha nessuna voglia, nemmeno del gelato (prima poteva mangiare tre Magnum in un colpo).

I documentari “Cowspiracy” e “What the health” mi hanno fatto cambiare vita. Sono documentari che nessuno vuole farci vedere ma che fortunatamente sono su Netflix. Sapevo già che gli animali fossero maltrattati e uccisi per il nostro cibo ma questo non mi aveva fatto smettere di mangiare la loro carne. Avevo paura di guardarli perché preferivo ignorare e non vedere cosa succede negli allevamenti intensivi e nelle macellerie. Mi sbagliavo tuttavia, questi due documentari non si basano sull’orrore ma sull’informazione. Sono completi, non solo ti mostrano gli aspetti negativi, il ruolo della politica e dei soldi ma anche la soluzione e buoni esempi. Sono dei documentari che aprono gli occhi. Li consiglio a tutti per una buona dose di informazione diversa da quella che troviamo quotidianamente.

(altro…)

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
Articoli, Cucina

Cosa ho mangiato in una settimana – versione vegana ep. 2

La seconda settimana vegana ero già più organizzata della prima. Tra i piatti, infatti, c’è anche una mia invenzione: la zuppa al curry con zucca e patate. Non avevo mai cucinato nulla di simile. Anzi, non avevo mai cucinato una zuppa!

Quando ho iniziato questo percorso, pensavo che avrei dovuto fare tanti sacrifici e rinunce, che avrei avuto voglia di formaggio o sushi col salmone, che avremmo mangiato piatti “tristi”. Niente di più sbagliato.

Non mi manca nulla, i piatti sono colorati ed invitanti tanto quanto prima e me li godo ancora di più sapendo di mangiare sano e di non provocare crudeltà. “Nothing tastes as good as healthy feels.”

Sushi vegano: avocado, cetriolo, funghi, tempura di patata dolce.

(altro…)

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook