Articoli, Diario

Diario di una vegana ep. 5 – I documentari “Cowspiracy” e “What the health”

Ho sempre ammirato i vegani e persino i vegetariani. Volevo essere anch’io come loro, incarnare gli stessi valori, avere questa vita così leggera ma allo stesso tempo significativa, essere un esempio, fare e non solo guardare, prendere in mano la mia vita, vivere, prendere decisioni con coscienza e non influenzate dalla società o dalle abitudini.

documentari "Cowspiracy" e "What the health"

La mia mente ancora tende ad associare l’essere vegani ad uno stile di vita estremo, ad una dieta quasi impossibile da seguire. È quello che ci vuole trasmettere la società: è difficile, è restrittivo, è pericoloso. È il secondo mese da vegana però, e non mi sembra di fare nulla di così grande, perché è così semplice. Non mi manca nulla. O. dice che ci mancheranno i vari prodotti tra qualche mese ma io penso che l’inizio è il più difficile e tra qualche mese nemmeno ci ricorderemo il sapore della carne o del formaggio. Ieri a cena mi ha detto che non sente nessuna differenza da prima, parlando di cibo, che non ha nessuna voglia, nemmeno del gelato (prima poteva mangiare tre Magnum in un colpo).

I documentari “Cowspiracy” e “What the health” mi hanno fatto cambiare vita. Sono documentari che nessuno vuole farci vedere ma che fortunatamente sono su Netflix. Sapevo già che gli animali fossero maltrattati e uccisi per il nostro cibo ma questo non mi aveva fatto smettere di mangiare la loro carne. Avevo paura di guardarli perché preferivo ignorare e non vedere cosa succede negli allevamenti intensivi e nelle macellerie. Mi sbagliavo tuttavia, questi due documentari non si basano sull’orrore ma sull’informazione. Sono completi, non solo ti mostrano gli aspetti negativi, il ruolo della politica e dei soldi ma anche la soluzione e buoni esempi. Sono dei documentari che aprono gli occhi. Li consiglio a tutti per una buona dose di informazione diversa da quella che troviamo quotidianamente.

(altro…)

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
Articoli, Diario

Diario di una vegana ep. 4: Dirlo o non dirlo? L’ho detto…

È quasi un mese e mi sono resa conto di non aver detto a nessuno di questo cambiamento nella mia vita. Lo sa soltanto il mio ragazzo, insieme a cui ho deciso di adottare questa dieta. Sono sicura che è una decisione di cui dovrei essere fiera. Sento, tuttavia, che appena lo dirò al mondo mi sentirò aggredita da domande e pregiudizi e non mi voglio scoraggiare.

Scriverlo qui è diverso, non sento di dovermi giustificare. Quando lo dici ad amici e genitori devi trovare tutte le giustificazioni possibili per convincerli che stai facendo la cosa giusta. Io però non voglio convincere nessuno, io lo faccio per me.

Penso ai vegani e non riesco ancora a vedermi come una di loro. Mi sembrano estremisti, mi chiedo cosa mangino e credo a stento che io stessa abbia mangiato per un mese solo vegano. Eppure ho mangiato erba soltanto una volta! Ma se è così facile, perché allora questo stile di vita sembra così estremo? Forse per come ci è pubblicizzato dai media o forse per le critiche che i vegani ricevono (sono colpevole anch’io che li giudicavo prima).

(altro…)

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
Articoli, Diario

Diario di una vegana ep. 3: Cominciano i dubbi, omega 3 e B12?

Cominciano i dubbi. Ventitré giorni felici di solo cibo vegano e stamattina ho deciso di cercare su google.it le pagine/blog/giornali/articoli sul tema “essere vegani”. I risultati sono stati a dir poco scoraggianti.

Ho cercato nei risultati delle prime 5 pagine di google (e chi va mai oltre la seconda pagina?) e non ho trovato nemmeno un articolo al 100% positivo e aperto alla dieta vegana. Ho cominciato così a leggere quello che ho trovato sulla prima pagina. Conclusione: se queste fossero le informazioni che mi sarei trovata nel caso volessi diventare vegana, non lo sarei mai diventata. Tanti NO, NO, NO. La dieta vegana non è sana, non è etica, manca la vitamina B12 ed il calcio e l’Omega 3 e le calorie ed i grassi e le troppe fibre etc etc… Ma perché mi chiedo, come è possibile, seguo sui social persone che sono vegane da 5-10 anni, che hanno avuto gravidanze vegane e hanno bambini vegani perfettamente sani. È tutta una finzione?

Famiglie vegane bellissime: Ellen Fisher (che ha dato risposta al mio dubbio su omega 3), Loni Jane, Jinti Fell
Famiglie vegane bellissime: Ellen Fisher, Loni Jane, Jinti Fell

(altro…)

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
Articoli, Diario

Diario di una vegana ep. 2: Sto bene e sono felice

Il diciannovesimo giorno full vegan e sono felice. Mi sento ispirata a vivere meglio, a fare del bene.

Sai quando senti di voler fare del bene, di mangiare bene, di comprare solo prodotti di qualità ma ti manca quella spinta che ti porti oltre la pigrizia? Io l’ho sentita subito dopo aver deciso di diventare vegana perché non si tratta solo di cosa mangi, è uno stile di vita.

Me lo sento dentro di voler essere più buona, più gentile e compassionevole. Questo si riflette anche, e sopratutto, nelle cose quotidiane: come tratto il mio ragazzo, cosa vesto, da dove acquisto i prodotti.

New vegan love: papaya and mango
New love: papaya and mango

(altro…)

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
Articoli, Diario

Diario di una vegana ep. 1: La sera che sono diventata vegana e le prime impressioni

Ognuno ha un percorso diverso per arrivarci. Io pensavo di essere diventata vegana da un giorno all’altro perché ho smesso di mangiare carne, pesce, uova e latticini da un giorno all’altro. Ma non è stato così. Penso che la mia mente si stava preparando da molto tempo, accumulava informazioni ed impressioni, si faceva idee e conclusioni e aveva solo bisogno di un’ultima spinta.

Questa è arrivata la sera del primo agosto 2018 quando, dopo aver guardato il documentario “What the health“, ho detto, insieme al mio ragazzo, io sono vegana e lui ha risposto anch’io.

Verso una nuova vita insieme.

(altro…)

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook